© EDILFLOOR S.P.A. | P.IVA IT 00499300242 credits
 
 

Opera di sostegno in terra rinforzata ferrovia Milano-Venezia

Italia, Lonigo-Montebello (VI) 
Geogriglie tessute in poliestere rivestite in PVC come elemento strutturale  per la realizzazione di pendii rinforzati

Problema:
La linea ferroviaria Milano-Venezia, nel tratto compreso tra le stazioni di Lonigo e Montebello, risulta sopraelevata rispetto al piano campagna, correndo su un rilevato con altezza media pari a 6-7 m e scarpate con inclinazione mediamente compresa tra 26° e 35°. Già a partire dagli anni 1985-1986 è stata rilevata la presenza di fessurazioni ai bordi della scarpata stessa.
E’ così iniziata una estesa indagine geotecnica mirata a determinare le caratteristiche geomeccaniche del rilevato stesso, costituendo la base documentale necessaria per poter determinare e pianificare i successivi interventi di stabilizzazione. Dalle analisi svolte è emerso che i motivi della formazione delle fessure possono ricondursi a:

  • realizzazione del rilevato con materiale argilloso o argille-limose;
  • presenza di acqua di infiltrazione meteorica all’interno del rilevato, con particolare riguardo nelle tratte in cui il manufatto stesso è stato oggetto di una precedente opera di stabilizzazione (jet-grouting);
  • possibili effetti di erosione ed infiltrazione al piede del rilevato determinati dalla presenza di acque di ruscellamento aventi portate talvolta considerevoli e velocità di deflusso rilevanti.

Soluzione:
L’intervento di stabilizzazione riguarda la raccolta delle acque meteoriche che insistono sulla piattaforma, il controllo dell’erosione della scarpata superiore inclinata a 34°, la realizzazione di una terra rinforzata alla base del rilevato, al fine di contenere i movimenti della stessa.
Il controllo dell’erosione è avvenuto mediante l’utilizzo del SintexMat®, geostuoia tridimensionale in grado di trattenere il terreno vegetale e garantire nel contempo il completo rinverdimento della scarpata.
La terra rinforzata, alla base del rilevato, è stata realizzata con fronte inclinato a 65° sull’orizzontale, geogriglie Edilgrid® disposte con interasse di 65 cm e con resistenza a trazione variabile da 55 kN/m a 110 kN/m. Alla base della stessa è stata eseguita una bonifica di spessore 50 cm separando il terreno in sito dal terreno arido mediante Geodren® PPST 300, geotessile nontessuto in polipropilene. In seguito a tali interventi di stabilizzazione non si sono osservati nè nuovi fenomeni deformativi nè l’incremento degli esistenti, a conferma della bontà della tecnologia utilizzata (terre rinforzate e controllo erosione superficiale).

Committente:
RFI SPA
Impresa esecutrice:
IMPRESA PIEROBON SAS
Prodotti:
3.000 m2 di terra rinforzata con Edilgrid® da 35 a 110 kN/m; 30.000 m2 di geostuoia SintexMat® e biostuoia JuteNet 190.

Prodotti utilizzati

Prodotti utilizzati

 
 
it|en